copertina-racconti-di-fantasia-partenopea

Racconti di fantasia partenopea
di Alfredo Salucci

Una delle prime cose che avverte chi legge questi racconti di Alfredo Salucci è una sensazione di "leggerezza": ovvero una "reazione al peso di vivere", secondo le parole di Italo Calvino. Ciò dipende senz'altro da una felice predisposizione narrativa, che consente all'autore di esprimere quello che sente, fantastica o immagina, senza apparente sforzo. A "sottrarre peso" alla narrazione contribuisce, altresì, la capacità di delineare e rappresentare i tanti e vari personaggi senza fare ricorso a schemi preco...

CONTINUA A LEGGERE...

copertina-inganni

Inganni
di Lucia de Cristofaro

Un colpo di fulmine tra due che si incontrano per caso, accomunati da una passione che li fa amare e scontrare al tempo stesso. Una narrazione a più voci in cui ogni personaggio ha un suo stile e un suo modo di pensare e parlare: spontaneo o contorto, diretto o intimista. Gli eventi scorrono e cambiano prospettiva, così come le persone sembrano sempre meno scontate di quanto non si giudichi al primo sguardo. Reazioni a catena che si sviluppano attorno ad una complicata storia d’amore, a dimostrazione che tutto è connesso ed ogni nostra ...

CONTINUA A LEGGERE...

copertina-l-albero-di-eva

L'albero di Eva
di Mariella Santomauro

Eva non ha mai conosciuto suo nonno Umberto. Nessuno in famiglia le ha mai parlato volentieri ed apertamente di lui, se non in modo contraddittorio e distaccato. È un mistero: una fredda e burocratica dichiarazione di morte presunta nel 1983, a distanza di dieci anni dalla scomparsa priva Eva, e l’intera famiglia, della conoscenza di un’intera parte della vita di quell’uomo. Eva decide di scrivere la storia della sua famiglia, del suo albero, al fine di ricostruire il personaggio di suo nonno e conoscere l’uomo. Sua nonna Eva è an...

CONTINUA A LEGGERE...

copertina-lorizzonte-degli-eventi

L'orizzonte degli eventi
di Wanda Cioffi

Tempo, pensiamo sempre di averne abbastanza, quando a volte è proprio esso che si rivela essere la nostra prigione. Sogni spezzati, ambizioni frustate, dolore agghiacciante, speranza illusoria, amicizie sbagliate, paure nascoste, felicità effimera e tristi adii: chi non ha mai vissuto tutto ciò? “L’orizzonte degli eventi” è un’analisi accurata dei sentimenti umani e lo scopo di questo romanzo, frutto della fantasia dell’autrice, è cercare di descrivere il flusso di coscienza di una persona che ha deciso di porre fine alla sua ...

CONTINUA A LEGGERE...