logo-coverstory

Matthew McConaughey

Continuare per cambiare

di Tommaso Martinelli

Numero 220 - Maggio 2021

albatros-matthew-mcconaughey

Si dice pronto a nuove sfide che forse presto lo vedranno scendere in politica, ma il grande attore hollywoodiano prima di andare avanti ha voluto guardare al suo passato e presente, ricco di gioie e soddisfazioni…


Preparato e indiscutibilmente affascinante, Matthew McConaughey è indubbiamente l’attore più acclamato degli ultimi tempi. Dopo essere stato per anni intrappolato nello stereotipo del "bello & biondo", è riuscito a ribaltare la sua carriera passando dalle commedie romantiche americane ("Prima o poi mi sposo", "La rivolta delle ex", "Come farsi lasciare in dieci giorni") -taglio-a progetti molto più impegnativi e di spessore, tra cui la serie "True Detective" e "Dallas Buyers Club": proprio l'interpretazione di un cowboy affetto da AIDS in quest'ultimo film gli è valso il Golden Globe come miglior attore in un film drammatico, lo Screen Actors Guild Award e l'Oscar come miglior attore protagonista. I giornali, però, non parlano solo delle sue interpretazioni cinematografiche ma anche delle sue disavventure, culminate nell'ottobre del 1999 con l'arresto per possesso di marijuana e resistenza alle autorità. In campo sentimentale, dopo essere stato legato ad attrici del calibro di Sandra Bullock, Ashley Judd e Penélope Cruz, nel 2021 ha sposato la modella brasiliana Camila Alves dalla quale ha avuto tre figli: Levi Alves, Vida Alves e Livingston. Matthew, quali pensi siano i tuoi punti di forza? “Su questo non ho dubbi: i miei difetti! Ci ho messo una vita per rendermene conto e adesso che lo so, intendo far tesoro di questa mia nuova consapevolezza. Partendo dal presupposto che sono sempre stato convinto del fatto che nessuno di noi sia perfetto, oggi ho deciso che tutti i miei difetti non li debba più considerare delle debolezze ma un qualcosa su cui lavorare per migliorare sempre di più. La testardaggine, per esempio, non la vedo più come una sfumatura negativa della mia personalità ma come un fattore che, all'occorrenza, può trasformarsi in determinazione e caparbietà.” Nove anni fa hai sposato la modella brasiliana Camila Alves, dalla quale hai avuto tre figli: Levi, Vida e Livingston. Come sei tra le mura domestiche? “Gli impegni di lavoro mi regalano l'immensa gioia di continuare a costruire una carriera mettendoci tutta l'energia possibile mentre le pause dal set mi regalano l'enorme emozione di poter trascorrere i momenti più preziosi circondato dall'affetto della mia famiglia. Con mia moglie Camila c'è una grandissima complicità, sia nella sfera privata che in quella professionale. Mi piace l'idea di poter contare sempre sul suo sostegno o parere.” Quindi immaginiamo ti abbia anche aiutato quando hai vissuto momenti difficili o di incertezza… “Ovviamente è stato così, ma è lo stesso ancora oggi. In tantissimi momenti, infatti, quando sono esitante o indeciso per un qualsiasi motivo, mi piace confrontarmi con lei. E a quel punto, ogni mia esitazione è come se, improvvisamente, svanisse... Come quando ricevo un copione. Se dopo averlo letto, sin dall’inizio, piace a entrambi, so già che per me sta arrivando una nuova e stimolante avventura professionale. In caso contrario, meglio optare per ben altro…” Un bilancio della tua vita? “Senza ombra di dubbio positivo. Nel corso degli anni, come credo chiunque, mi ero posto diverse sfide e oggi, con grande sorpresa, credo di averle affrontate con impegno ottenendo il miglior risultato possibile per me stesso e per chi mi circonda. Da uomo, mi auguro di continuare a vivere in completa armonia all'interno della mia famiglia e che il futuro dei miei figli sia all'insegna della soddisfazione e gioia su tutti i fronti.” E della tua carriera? “Si tratta di un bilancio altrettanto positivo, visto che finora ho raggiunto importanti traguardi e per quanto riguarda il futuro, non vedo l’ora che la vita possa continuare a sorprendermi.”

ads-publicità


Booking.com

Booking.com