logo-sport

La rivincita degli azzurri

di Gennaro Santarpia

Numero 180 - Settembre 2017

Sono da poco iniziati gli Europei di Basket, tante le squadre “importanti” da battere, riuscirà l’Italia a farsi valere in ambito europeo?


albatros-la-rivincita-degli-azzurri

Dopo la rinuncia da parte dell’Ucraina ad ospitare la competizione sportiva europea di Pallacanestro, sono state cinque le nazioni che hanno presentato la loro candidatura per ospitare questa importantissima manifestazione sportiva: Turchia, Polonia, Romania, Israele e Finlandia. Il comitato organizzativo ha dunque scelto di stabilire due fasi del campionato, la prima divisa tra Cluj-Napoca in Romania, Tel Aviv in Israele, Helsinki in Finlandia e la stessa Istanbul e la seconda, ossia la fase finale, con il suo svolgimento in Turchia ad Istanbul presso il Sinan Erdem Spor Salonu. Una Organizzazione, dunque, molto articolata che vedrà scendere in campo le squadre di 24 nazioni, divise in quattro gironi. -taglio- L’Italia, che è stata sorteggiata nel girone B, insieme a Ucraina, Israele, Lituania, Georgia, Germania, ha gareggiato la sua prima partita con Israele il 31 agosto. Ad essere scelti per far parte della squadra italiana, da Ettore Messina, CT della nazionale, dodicie atleti che si sono radunati lo scorso 21 luglio a Folgaria in Trentino per il training camp. “L’obiettivo della lunga preparazione che abbiamo affrontato è quello di giungere alla fase finale, cosa non facile visto lo spessore degli avversari, poi, come in tutte le gare tutto diventerà un terno al lotto che speriamo di aggiudicarci.” – afferma il CT Messina. Mancano a dar forza alla squadra Danilo Gallinari, Alessandro Gentile e Andrea Bargnani. Leadership affidata a Marco Belinelli e al capitano Gigi Datome ed a giovani che hanno affrontato la loro prima sfida in Israele, come: Awudu Abass, Pietro Aradori, Paul Biligha, Andrea Cinciarini, Marco Cusin, Ariel Filloy, Daniel Hackett, Nicolò Melli, Davide Pascolo, Christian Burns. Vediamo, infine da vicino, i leader della nostra nazionale: Marco Belinelli – Reduce da un’annata positiva con gli Charlotte Hornets, al suo ritorno negli States cambierà ancora casacca, indossando quella degli Atlanta Hawks. Nel backcourt è un vero e proprio jolly: può giocare da guardia ma essendo un eccellente passatore da situazione di pick & roll viene spesso impiegato come play. Ciò che gli si chiede è di far venir fuori l’enorme talento di cui dispone; Luigi Datome: fresco dell’Eurolega conquistata con il Fenerbahce, a Gigi il compito di guidare la Nazionale ad un titolo che manca da troppo tempo. Oltre agli indubbi mezzi tecnici, che gli consentono -taglio2- all’occorrenza di giocare anche spalle a canestro, ha sempre gettato il cuore oltre l’ostacolo, mettendo in campo, ogni volta che ha indossato la maglia azzurra, sempre qualcosa in più. Dopo le prime partite speriamo di avere una strada tutta in salita che ci porterà a giocare le gare dei gironi A e B e arrivare ai quarti di finale. La squadra c’è, l’impegno e la preparazione, anche, non ci resta quindi che dimostrare in campo ciò che la nazionale Italiana vale e continuare a sognare di giungere alla finale del 17 settembre. “Il Campionato europeo 2017, mi emoziona particolarmente, perché sarà l’ultimo in cui guiderò la Nazionale Italiana di Basket. Una scelta non facile, ma , purtroppo necessaria. L’impegno preso in Nba con i San Antonio Spurs, non mi avrebbe consentito di svolgere entrambi gli incarichi in modo efficiente e impegnato, come sono stato abituato a fare in tutta la mia carriera. Ma è chiaro che l’Italia sarà sempre nel mio cuore, sia come esperienza sportiva, sia come esperienza umana.” – dichiara il commissario tecnico Ettore Messina, non senza qualche emozione. Ma chi sarà a prendere le redini della squadra azzurra sostituendo Messina? Su questo il presidente Fip, Giovanni Petrucci, non ha sciolto ancora il riserbo, pur essendo già a caccia degli uomini migliori. Il sogno proibito sarebbe Zeljko Obradovich, ma il favorito resta Sasha Djordjevic, attuale tecnico del Bayern Monaco, che come ct della Nazionale serba ha conquistato un argento al Mondiale di Spagna 2014 e un argento olimpico a Rio 2016. Non resta che aspettare la fine del campionato a guardare verso il futuro della Nazionale di Pallacanestro, chiamata Italia.


albatros-la-rivincita-degli-azzurri-2



Booking.com

Booking.com