logo-Cultura

“INGANNI” a Villa Fondi

di Pasquale Di Palma

Numero 207 - Febbraio 2020

In una cornice tra storia e mare, pomeriggio archeologico e di cultura a Villa Fondi a Piano di Sorrento, organizzato dall’InnerWeel di Sorrento e la FIDAPA della Penisola Sorrentina


albatros-inganni-a-villa-fondi

Pomeriggio di grande spessore storico-culturale quello vissuto a Villa Fondi di Piano di Sorrento, organizzato dall’InnerWheel di Sorrento, presidente Anna Ruocco Coppola, in Interclub con Inner Wheel di Pompei Oplonti- Vesuvio Est, presidente Adriana Cicalese Amorosa e Inner Wheel di Torre del Greco Comuni Vesuviani, Carla Panariello La Verde, e con la FIDAPA Bpw Penisola Sorrentina, presidente Cristina D’Esposito. -taglio- Presente alla manifestazione il Sindaco Vincenzo Iaccarino, che ha aperto l’incontro con il suo indirizzo di saluto ai convenuti, sottolineando l’importanza di momenti, che unendo l’Arte, la Storia e la Cultura, si ripercorre in un unicum culturale ciò che eravamo e che siamo nella nostra contemporaneità. I due momenti che hanno caratterizzato l’incontro sono stati entrambi intensi nella loro specificità. Il primo con la visita guidata alla Mostra Archeologica “Doni per l’Eternità” del museo Vallet, e il Ninfeo di Pipiano, che riproduce virtualmente la grande fontana a cascata di Villa Fondi, risalente 50-55 d.C.. Il secondo con la presentazione dell’opera del nostro direttore Lucia de Cristofaro, “INGANNI”. Una presentazione molto particolare, perché le presidenti hanno ripercorso la storia del libro, leggendo i passi che a loro sono sembrati più rappresentativi e dialogando con la scrittrice, per approfondire le tematiche, le scelte stilistiche, il patos interiore, le emozioni che caratterizzano l’opera. Il pubblico presente, tra cui il Formatore del Rotary Distretto 2100, Costantino Astarita, il presidente del RC Sorrento, Antonio Ruocco, La Dirigente Maria D’Esposito, Mario Esposito, presidente del Premio Penisola Sorrentina e tante Innerine e socie Fidapa, sentendosi coinvolto dalla narrazione è intervenuto liberamente, facendo sì che la sala di -taglio2- Villa Fondi diventasse luogo di confronto culturale, sociale, ambientale. “Poter dialogare con le lettrici e i lettori del libro, mi ha dato grande emozione e la possibilità di approfondire quelle emozioni che caratterizzano il libro, ma anche le denunce sociali e ambientali su cui credo non bisogna mai abbassare la guardia. Soprattutto considerata la bellezza dei luoghi in cui abbiamo la fortuna di vivere. Tra mare e archeologia, che si fondono insieme in uno spettacolo davvero eccezionale.” – dichiara Lucia de Cristofaro. “Avere la possibilità di vivere veri e propri salotti letterari, è poter offrire un tempo sospeso da tutto il resto, ritrovandosi tra persone che hanno ovviamente la consapevolezza che un incontro letterario non risolva i problemi mondiali o chissà cosa ma, sostanzialmente, ci fa sentire bene.” – spiega Anna Ruocco Coppola. A lei si aggiunge Cristina D’Esposito: “Se stiamo bene, vuol dire che ci sentiamo appagati. Ascoltare una voce narrante e immedesimarsi nei protagonisti, nelle loro passioni e sentimenti, fa sì che riusciamo a superare gli affanni quotidiani, sollevando il cuore e aprendosi al sorriso.” Un pomeriggio possiamo dire, senza “INGANNI” quello trascorso da tutti noi a Villa Fondi.





Booking.com

Booking.com