Vita rurale

di Gennaro Santarpia

Numero 176 - Aprile 2017

La storia continua ad insegnarci l’importanza del nostro passato, e lo fa attraverso un catalogo ricco di ricerche e di immagini che riportano all’Italia di un tempo


Successo di pubblico a La Feltrinelli di Latina in via Diaz per la presentazione del catalogo “Gente di Palude, storie di vita quotidiana”, Edizioni Smart Collana Immagini. Un folto numero di persone, molto incuriosite ed interessate, ha assistito alla presentazione del volume alla presenza di alcuni degli autori: la professoressa Roberta Sciarretta, lo storico Claudio Galeazzi, la dottoranda Francesca Romano, le giornaliste Roberta Colazingari e Daniela Novelli. “Gente di Palude” nasce grazie all'associazione SMART, operante nel campo della promozione culturale, che svolge da anni nella provincia di Latina numerose attività tese alla valorizzazione del territorio pontino. Dopo aver allestito con successo la mostra “Gente di Palude” nei comuni di Latina e Sabaudia, per non disperdere in singoli eventi espositivi l'enorme mole di lavoro di ricerca effettuato e adoperato per gli allestimenti (sono, infatti, oltre cento le foto originali e le numerose sintesi storiche elaborate da diversi studiosi) ha deciso di realizzare un catalogo. -taglio- La pubblicazione “Gente di Palude”, è un avvincente connubio tra testi originali, ricerche storiche e suggestive immagini d'epoca, recuperate dal Fondo Carlo Romagnoli, dal Fondo Edoardo Tosti Croce, dal Fondo Giovanni Bortolotti e da diverse collezioni private. Il catalogo propone un’interessante lettura storica del tessuto socio culturale del territorio pontino in epoca antecedente la Bonifica, fa rivivere gli scenari inediti delle arcaiche abitazioni delle paludi, le “Lestre” e dei loro abitanti e la rarefatta atmosfera delle paludi, che restituisce in maniera vivida uno spaccato di vita quotidiana estremamente realistico. Le scene di vita rurale e pastorale, gli scatti rubati agli abitanti delle lestre, ai ranocchiari, ai cioccatori, ai “guitti”, ai mignattai, ai bufalari, ai boscaioli condurranno i visitatori in un viaggio a ritroso nel passato. I canneti melmosi e gli acquitrini narrano anche del lato oscuro della palude: la malaria, presenza -taglio2- malefica e mortifera che gli abitanti dei luoghi combattevano mescolando magia e religione. Le immagini sono accompagnate da testi storici scelti con cura dalla Professoressa Roberta Sciarretta e da lavori di ricerca realizzati da studiosi e appassionati del periodo: “Echi dal regno della febbre” di Mario Polia; “Lestre” di Daniela Novelli; “Mestieri” di Roberta Colazingari; “Vita quotidiana” di Claudio Galeazzi; “Malaria” di Carlotta Antonelli; “Religione” di Francesca Romano. “Gente di Palude è un tassello che mancava nella nostra storia. – ha spiegato il direttore de La Feltrinelli Massimo Bortoletto – Il volume va a raccontare sia con testi che con immagini cosa c’era prima della bonifica in questo territorio. Un lavoro interessante, che ognuno di noi dovrebbe tenere nella propria biblioteca, da sfogliare e da far leggere alle generazioni future perché le radici non vanno mai dimenticate”.





Booking.com

Booking.com