Venerdì musicali

di Gennaro Santarpia

Numero 184 - Gennaio 2018

Il 2018 si apre con un appuntamento fisso: “Passione Musica” rassegna musicale s cura dell’Unione Musicisti e Artisti Italiani


Presentata il 16 gennaio alla libreria “Raffaello” di Napoli la rassegna “Passione Musica - I Venerdì Musicali”, a cura dell’Unione Musicisti e Artisti Italiani, con il patrocinio dell’assessorato allo Sviluppo e Promozione del Turismo della Regione Campania. L’Unione Musicisti e Artisti Italiani opera dal 1974 per la diffusione della musica italiana, dalla colta alla popolare, di epoche e stili diversi e, in particolare, della “Scuola Napoletana del Seicento e Settecento”, promuovendo professionisti del Teatro di San Carlo e giovani e apprezzati emergenti, con esecuzioni in prima assoluta. Presieduta da Franco Branco, l’Unione Musicisti si avvale della direzione musicale del maestro Angelo Iollo. -taglio- “L’esperienza maturata in più di quarant’anni di attività – spiega Iollo – ci ha permesso di riscontrare il gradimento del pubblico, anche internazionale, avendo proposto sempre una serie di spettacoli basati sulla massima riconoscibilità e all'insegna della qualità esecutiva”. Sette gli appuntamenti che si snodano da febbraio a marzo 2018 e si terranno all’Istituto Salesiani, Teatro Salvo D’Acquisto alle ore 18, per una stagione dedicata alla grande musica in un percorso musicale tra classica, folk e jazz. Le opere e i concerti in cartellone rappresentano alcuni dei pilastri della cultura musicale e operistica. Taglio del nastro, il 9 febbraio, con “Omaggio al Settecento Napoletano” dei Solisti del Teatro di San Carlo: musiche di Paisiello, Pergolesi, Cimarosa, Porpora e Hasse. Soprano Nunzia De falco; violino Fabrizio Falasca; violoncello Silvano Maria Fusco; direttore Pasquale Menchise. Il 16 febbraio in scena “Concerti e suoni all’ombra del Vesuvio”, concerto di musica etno-folk della Paranza del cantore e tammorraro Romeo Barbaro; con lui in ensemble Sasà Tramma, voce e tammorra; Claudia Sasso, voce e clarinetto; Rosario Attanasio, mandolino; -taglio2- Armando Vollaro, chitarra; Raffaella Vacca e Carolina Casaburi, ballo. Il 23 febbraio, in occasione del 150° anniversario della morte di G. Rossini, una selezione di brani da “Il Barbiere di Siviglia”, a cura dei Solisti del Teatro di San Carlo: mezzosoprano Beatrice Amato; baritono Maurizio Esposito; direttore Susanna Pescetti; regia di Domenico Sodano. Il 2 marzo una prima assoluta: “Il Signor Igor un rondò per Stravinsky”, atto unico in tre scene sulla musica dell’ “Histoire du Soldat” di Stravinsky, dei Solisti del Teatro di San Carlo: testo di Vincenzo Liguori; voce recitante di Gianni Sallustro; direttore Francesco D’Ovidio. Il 9 marzo sarà la volta de “I classici: Beethoven e Brahms” dei Solisti del Teatro di San Carlo. Il 16 marzo i Solisti del Taetro di San Carlo presentano “Da Jesce sole a Bammennella”, dal ‘200 al ‘900. Direttore Giorgio Mellone. Il 30 marzo gran finale jazz con il concerto “Sketches of Swing” del Maresa Galli Quartet: da Ellington a Marks/Simons passando per Gershwin e Jobim; con la vocalist i maestri Bruno Persico al pianoforte, Luca Signorini al violoncello, Giuseppe La Pusata alla batteria.





Booking.com

Booking.com