Si alza il sipario!

di Maresa Galli

Numero 180 - Settembre 2017

Il Teatro San Carlo è pronto a riaprire le sue porte con una stagione ricca di sorprese e spettacoli da non perdere


Presentata la nuova Stagione 2017/2018 di opera, balletto e concerti del Teatro di San Carlo dalla sovrintendente Rosanna Purchia con il direttore artistico Paolo Pinamonti e l’assessore comunale alla Cultura e Turismo Nino Daniele, stagione dedicata idealmente al compianto direttore d’orchestra Jeffrey Tate scomparso di recente, già direttore musicale del San Carlo dal 2005 al 2010. In calendario 12 i titoli d’opera e 7 di balletto per la direzione dell’étoile Giuseppe Picone; 159 le alzate di sipario che aumenteranno, con 4 nuove produzioni. Il programma presenta, inoltre, opere del grande repertorio (“La bohème”, “La Traviata”, “Tosca”, “Rigoletto”, alcune in nuove produzioni), e della Scuola napoletana (“Siroe re di Persia” di Leonardo Vinci e “Don Checco” di Nicola De Giosa). -taglio- Saranno 5 gli omaggi ad anniversari per ricordare il 150° dalla morte di Gioachino Rossini (1792 - 1868), direttore artistico del Real Teatro di San Carlo dal 1815 al 1822, il 150° dalla nascita di Arturo Toscanini (1867 - 1957), i 200 anni dalla prima rappresentazione del “Mosè in Egitto” (1818), il 50° dalla morte del direttore d’orchestra Tullio Serafin (1878-1968) e i 30 anni dalla morte Frederick Loewe (1901-1988). Ancora grandi numeri con 20 concerti tra recital, cameristica e sinfonica più, proprio durante questo mese, la tournée a Bangkok diretta da Zubin Mehta, direttore musicale onorario dell’Orchestra del San Carlo. A fine gennaio 2018, diretto da Mehta, Salvatore Accardo sarà elegante interprete del “Concerto n. 2” di Béla Bartók. Due grandi pianisti russi delizieranno il pubblico: Evgenij Kissin, il 23 febbraio in scena con il Quartetto Kopelman e Grigorij Sokolov, il 26 marzo 2018. Il 23 novembre 2017 concerto del talentuoso violino, Maxim Vengerov, accanto alla spalla sancarliana Cecilia Laca. Doppio appuntamento con il grande violinista-direttore Pinchas Zukerman, che il 17 aprile dirigerà la Royal Philharmonic e il 23 giugno l’Orchestra sancarliana. -taglio2- In scena il 7 aprile 2018 il virtuoso violinista Michael Barenboim, figlio del celebre Daniel. A fine aprile sarà la volta di Sergej Krilov, con il romantico “Concerto per violino e orchestra, Op. 64” di Mendelssohn diretto da Henrik Nánási. A maggio, il violinista americano Stefan Jackiw interpreterà il “Concerto op. 35” di Korngold. Il 16 e il 17 febbraio si passa al contemporaneo con la prima assoluta di “Eternapoli” di Fabio Vacchi, su testo di Giuseppe Montesano, direzione di Donato Renzetti, con la partecipazione di Toni Servillo. L’8 e 9 giugno Marco Paolini e Mario Brunello interpreteranno “Madreincerta”, con musiche di Mauro Montalbetti. La stagione sinfonica chiude con Zubin Mehta, nel settembre 2018, dopo la tournèe a Bangkok, con musiche di Tchaikovsky e Stravinsky. Anche il settore della danza riserva sorprese e formule rinnovate, a partire da “Autunno Danza 2017”, che inaugurerà con un’opera che propone il repertorio kunqu, e successivamente presenterà una nuova creazione del balletto “Pulcinella” di Stravinskij.





Booking.com

Booking.com