Seconda chance

di Michela Secci

Numero 182 - Novembre 2017

Tutti da scoprire sono i nuovi percorsi nell’arte e architettura sacra a confine tra il nostro bel paese e la Francia, un viaggio ricco di un’antichità ritrovata


“Itineras” è il nuovo ambizioso progetto, nato principalmente dalla volontà di valorizzare e salvaguardare il patrimonio attraverso degli itinerari d’arte e di architettura sacra. Presentato e supportato da Jean-Marc Peillex e Riccardo Moret, sindaci di due comuni alpini: quello di Saint-Gervais les Bains nell’Alta Savoia, capofila, e Valgrisenche in Valle d’Aosta e, dalle loro motivate equipes. “Abbiamo avuto la fortuna di avere come partner il comune di Saint Gervais in questo progetto nato per caso ma, che fin dall’inizio è stato caratterizzato da una grandissima volontà di ‘far bene’. Si è creato subito un vero e proprio legame tra le due cittadine e speriamo, anzi, posso affermare con certezza che questa collaborazione continuerà nel tempo”, queste le parole del sindaco di Valgrisenche. Il progetto, ha sedotto le autorità europee e, grazie ai contributi del fondo Europeo di sviluppo regionale programma ALCOTRA Italia Francia 2014/20203, ha avuto la possibilità di essere realizzato senza particolari esitazioni. -taglio- Una cooperazione transfrontaliera che ha come obiettivo principale quello di aumentare l’attrattività turistica dei due territori alpini attraverso la valorizzazione del patrimonio culturale, materiale ed immateriale. Questo progetto, inoltre, è volto a valorizzare il patrimonio culturale, visivo e non, radicato nella storia e nell’identità delle due cittadine, per aumentare l’attrattività turistica di questi bellissimi territori. “Non avremo mai potuto realizzarlo senza la somma sovvenzionata dall'Europa. Per il restauro della chiesa di Saint-Gervais l'importo dei lavori era superiore alla somma accordata dal ‘Programma di cooperazione trasfrontaliera europeo’, e per questo motivo il Comune ha dovuto mobilitare altri partners pronti a sposare questa causa. Sono molto felice della risposta avuta e del risultato.” ci spiega il Signor Peillex. Una grande soddisfazione da ambe le parti, quindi, visto che questa valorizzazione crea degli itinerari tematici complementari da un lato e dall’altro della frontiera. Questo nuovo percorso, infatti, si integra alla ricca offerta culturale e turistica già presente nelle due ambite località che possiedono un ricco patrimonio naturale e paesaggi mozzafiato assolutamente da non perdere. -taglio2- Due mete di grandissimo richiamo per gli appassionati d'alpinismo e di sport invernali, ed un mosaico di tante altre attrazioni da poter visitare in tutte le altre stagioni dell’anno. Le chiese parrocchiali e le cappelle dei due comuni fanno parte del patrimonio artistico e culturale italiano e francese. Esse rappresentano splendidi esempi di architettura barocca e, grazie al progetto “Itineras” diventano dei luoghi di cultura attiva, adatta a qualsiasi tipo di turista. I restauri hanno permesso di conservare e risanare gli edifici sacri in seguito ai danni provocati dal passare del tempo. Hanno rimesso in valore gli interni e gli esterni, con un numero importante di decorazioni e affreschi degli edifici religiosi inseriti nel progetto. La chiesa parrocchiale di Saint-Gervais e quella di San Grato e le rispettive cappelle, hanno ritrovato il loro antico splendore ed il valore artistico di un tempo. Infine, i visitatori saranno accolti dai Greeters, volontari che gratuitamente faranno scoprire, con autenticità e passione, questi itinerari d'arte e di architettura sacra dei loro rispettivi comuni di appartenenza. Se quest’anno avete voglia di visitare un posto decisamente nuovo, non vi resta che recarvi al confine… non ve ne pentirete!





Booking.com

Booking.com