L’eleganza delle note

di Maresa Galli

Albatros 182 - Novembre 2017

Il musicista italo-americano ancora una volta ha fatto centro, e con il suo nuovo album è pronto a farci innamorare ancora una volta della sua musica


“Long Way From Home”, è questo il titolo del nuovo album (Freddy Eggs Records/Artist First) e del progetto artistico che Peter Cincotti presenta, con un lungo tour mondiale che approderà il prossimo dicembre anche in Italia. Di origini italo-americane, con la cittadinanza onoraria a Cervinara, in provincia di Avellino, Peter Cincotti debutta con l’omonimo l’album, composto da famosi standard jazz, per poi trovare una propria compositività originale, fluida, spaziando dal jazz al pop.-taglio- Il nuovo lavoro discografico, inoltre, spazia tra sonorità pop, rock, jazz, blues, hip hop, funk, con leader assoluto il pianoforte. Si tratta di una sfida che Cincotti ama particolarmente e che affronta anche, per la prima volta, nelle vesti di produttore. “Mai prima d'ora ho usato il pianoforte in questo modo. Alcuni anni fa, ho iniziato ad avere delle idee per un album che portasse un pianoforte più attivo, più ritmico, nel paesaggio della musica moderna.” Questo di Peter Cincotti è un album ben “suonato”, elegante e melodico. “Molte canzoni di questo disco sono state ispirate specificamente dall’Italia – spiega – ‘Roman Skyes’ l’ho scritta seduto in un taxi per le strade di Roma; ‘Palermo’ mi è venuta in sogno. Quindi, consapevolmente o inconsapevolmente, tra tutto il mio viaggiare nel mondo, le mie esperienze in Italia hanno particolarmente segnato questo album in un modo che nessun altro Paese ha fatto.” Un disco decisamente atteso dai numerosi estimatori del poliedrico artista, pianista, vocalist e songwriter, che si fa ammirare anche in famose serie televisive o film. “Long Way From Home” è il suo quinto lavoro in studio, pubblicato dopo cinque anni dal precedente, “Metropolis”, scritto, arrangiato e prodotto da Cincotti negli ultimi due anni. Le dodici tracce, nel suo stile unico e riconoscibile, sono: “Long way from home”, “Sexy”, “Made for me”, il singolo ora in airplay; “Story for another day”, “Palermo”, “Too Soon”, “Roman skies”, “Half of you”, “What’s Sara doing?”, “Wanna be”, “Hangover City”, “Sounds of Summer”. Sentimentale, con l’ultima traccia ricorda le sue origini, i suoi giochi di bambino, lo studio di Jersey Shore nel-taglio2- quartiere che ha visto le sue estati felici e spensierate. E le canzoni dell’album sono nate spontaneamente, quasi scaturite dai sogni, come racconta il cantautore: “Ad un certo punto, ogni volta che andavo a dormire, una nuova canzone mi arrivava in sogno. Così mi svegliavo e scrivevo. Diverse tracce di questo album sono state scritte in questo modo. C’è stato un momento in cui non mi sembrava più di comporre, ma di scrivere quello che percepivo essere già lì, davanti a me!”. Molti in Italia lo ricordano per la sua incisione, con Simona Molinari, del singolo “In cerca di te”, nel 2011 e due anni dopo per la loro partecipazione al Festival di Sanremo con “Dr. Jekyll and Mr. Hyde” e “La felicità”. Visto in “Spider Man 2”, è apparso di recente nella famosa serie tv “House Of Cards”, interpretando sé stesso e cantando con Kevin Spacey. Ha collaborato con i più grandi artisti del panorama internazionale, spaziando in diversi settori e generi con naturale bravura: da Ray Charles e Andrea Bocelli a David Guetta e Hugh Jackman; da Stevie Nicks e Harry Connick jr a Kd Lang; dai leggendari produttori Phil Ramone e David Foster agli attori Glenn Close e Chevy Chase. Anche affascinante, Peter Cincotti dà il meglio di sé quando si racconta con le sue ispirate melodie, piano e voce. In Italia arriverà a dicembre con cinque date: martedì 5 dicembre sarà al Blue Note di Milano); martedì 12 dicembre al Teatro Puccini di Firenze); mercoledì 13 dicembre all’Auditorium Parco della Musica di Roma); giovedì 14 dicembre al Modo di Salerno); venerdì 15 dicembre al Teatro Forma di Bari. Non perdetevelo!





Booking.com

Booking.com