Il volley va in montagna

di Paolo Carotenuto

Numero 176 - Aprile 2017

La pallavolo internazionale si muove verso nuove direzioni, presentando una nuova versione della disciplina che noi tutti conosciamo, aggiungendovi un nuovo fattore… la neve


Per tutti gli amanti della Pallavolo e, più in particolare del Beach Volley, c’è una nuova mania che circola tra gli appassionati e che si sta muovendo verso le montagne per far si che al posto della solita sabbia, o il solito palazzetto indoor, ci sia una nuova protagonista: la neve! Uno spin-off della “mamma” pallavolo che si sta diffondendo dalle Alpi alle Ande, per poi fare uno scatto deciso ai prossimi Giochi Olimpici invernali. "Il nostro obiettivo principale è diventare lo sport ‘formato famiglia’ numero uno nel mondo. E soprattutto essere presenti in tutte le grandi competizioni internazionali." queste le parole di Fabio Azevedo, direttore generale della Federazione Internazionale di pallavolo. "La base di partenza è la stessa del più tradizionale gioco al coperto, divenuto poi beach volley e cresciuto fino a diventare una delle più grandi attrazioni dei Giochi estivi, grazie senza dubbio anche ai bikini ed all'atmosfera di festa.” Ora la FIVB è decisa ad ottenere un pezzo delle Olimpiadi invernali, e propone lo Snow Volley come una grande ventata di novità nel mondo dello sport. Attualmente è in atto un lungo tour europeo, che sta toccando anche l’Italia, e che si allungherà anche in Asia, Argentina e Stati Uniti con un occhio sempre rivolto verso l'approvazione per divenire sport dimostrativo dei Giochi di Pechino 2022. "Vogliono spingere per le Olimpiadi - ha dichiarato Martin Kaswurm, la cui società gestisce lo Snow Volley European Tour – ci stiamo dedicando anima e corpo a quest’avventura e sarebbe bello raggiunger un obiettivo così importante ed allargare la grande famiglia dello Snow Volley". -taglio- Il Direttore generale della Federazione Azvedo, ha in mente di organizzare un tour mondiale il prossimo anno, accompagnato da un campionato del mondo a pieno titolo nel 2019. Inoltre, anche un posto ai Giochi Olimpici della gioventù 2020 di Losanna - dove la FIVB ha la sua sede – è tra i piani della Federazione. Quello che i fautori di questa disciplina amano sottolineare è il fatto che mentre in altri sport, come l’hockey su ghiaccio e l’hockey su prato, ci sono regole totalmente diverse, attrezzature diverse e differenti organi di governo, lo Snow Volley è quasi identico alla pallavolo ed al beach volley. Le tattiche e le regole sono simili, infatti molti degli atleti che si cimentano in questa nuova disciplina provengono dal mondo del volley. "Fondamentalmente, abbiamo solo cambiato la superficie - ha detto Kaswurm - l'unica cosa diversa è che si indossano scarpe da calcio." L'atmosfera, poi, riporta molto allo sport versione estiva che tutti conosciamo: un dj che sforna musica e cheerleaders - in tuta da sci, invece del bikini – che incitano la folla ed i giocatori. Infine, a gare terminate ci si butta tutti nelle vasche idromassaggio posizionate a bordo campo, per -taglio2- sorseggiare un buon the caldo con gli amici ammirando lo spettacolo delle montagne innevate. Giocare sulla neve ha, però, le sue sfide. Infatti, la reattività fisica è abbastanza limitata e si è sempre a rischio di scivolare. È necessario che la neve sia della giusta consistenza (ben compatta), così da permettere ai giocatori di poter saltare durante le azioni di gioco. Lo Snow Volley è uno sport per giocatori intelligenti e flessibili, tutti i movimenti sono molto più lenti soprattutto nella fase di difesa. Ogni singolo atleta deve avere la lucidità di decidere la direzione in cui vuole andare a coprire il campo repentinamente, altrimenti si ritroverà di sicuro col fondoschiena piantato nella neve. L’aria di montagna, inoltre, essendo più sottile spinge i giocatori verso il basso, ed ogni scambio risulta molto più faticoso rispetto al beach volley. Quindi è necessario essere fisicamente ben preparati. Se non avete ancora avuto modo di guardare una competizione di Snow Volley, potete seguire tutti gli eventi in programma sui social network ufficiali e, perché no, decidere di trascorrere un weekend in montagna e godere di questo spettacolare sport invernale.





Booking.com

Booking.com