Il valore della complessità umana

di Lucia de Cristofaro

Numero 181 - ottobre 2017

I Rotary club, con capofila Nocera Inferiore Apudmontem, impegnati nella rivalutazione del verde urbano per migliorare la qualità della vita e far riflettere su messaggi valoriali alla base delle positive interrelazioni umane


Promosso dal Rotary Club di Nocera Inferiore Apudmontem, presidente Marco Avallone, il progetto “Tutela dell’Ambiente e Arte – Strumenti di Pace”, vede coinvolti anche il club di Caserta Luigi Vancitelli, Sessa Aurunca e Vallo della Lucania Cilento, nonché le compagini giovanili dei Club, ossia il Rotaract e l’Interact. Il progetto nasce da un’attenta analisi da parte dei club sui territori di propria pertinenza, che ha messo in evidenza quanto i rapporti tra città e vegetazione siano poco soddisfacenti, in quanto il verde di solito è relegato ai margini o solo in spazi circoscritti. Errori progettuali e spazi con scarsa vocazione ambientale rappresentano la crescente “denaturalizzazione” sia delle cittadine dell’Agro Nocerino –Sarnese, sia di Caserta, Sessa Aurunca e Vallo. -taglio- Tale riflessione ha fatto si che si fondessero in un unico obiettivo progettuale: L’Ambiente, l’Arte e la Pace. Il primo, l’Ambiente, ritornerà ad essere al centro della vita dei cittadini, attraverso la piantumazione di alberi e piante, in aiuole accuratamente realizzate in prossimità di edifici scolastici ed altri Enti giovanili, al fine di offrire ai giovani concretamente la possibilità di riscoprire la propria dimensione naturalistica ovvero una sintesi metonimica dell’universo naturale. Dimensione che abbraccerà anche le Arti e quindi la dimensione culturale e storica dei cittadini, attraverso espressioni artistiche pittoriche e scultoree, atte a far diventare i micro giardini realizzati, dei veri e propri musei a cielo aperto, nonché espressioni musicali e coreutiche atte a inneggiare l’essenza della natura, intesa come essenziale alla vita dell’uomo. Una vita che oggi viene troppo spesso stravolta da una cronaca crudele, ed ecco perché i microcosmi naturali che i club Rotary desiderano realizzare diventano testimonianza di Pace. -taglio2- Affinché quest’ultima non si costruisca solo nei grandi consessi internazionali, ma nella quotidianità, piantando alberi e piante il Rotary pianta di fatto il seme di un amore verso la natura che ci dà la vita, ma anche verso l’altro che ci aiuta in questo processo o che semplicemente ci vive accanto. Diventare artigiani di un benessere quotidiano nelle nostre città, ecco l’obiettivo primario dei Rotary Club partecipanti, grazie all’input del Governatore Luciano Lucania, che sin dall’inizio del suo mandato, ha dimostrato grande sensibilità per le tematiche ambientali. Hanno aderito all’iniziativa, confermando la loro vicinanza al Rotary i Comuni di Nocera Inferiore, Pagani, San Marzano sul Sarno, per l’Agro Nocerino Sarnese e i comuni di pertinenza degli altri club partecipanti, nonché gli istituti scolastici dei territori, dimostrando ancora una volta quanto i giovani abbiano voglia di fare, di costruire, di realizzare con le proprie mani un futuro dove paesaggio antropico e paesaggio naturale possano vivere armonicamente l’uno affianco all’altro.





Booking.com

Booking.com