Il meglio deve ancora venire

di Tommaso Martinelli

Albatros 182 - Novembre 2017


È uno dei volti in ascesa della Rai e, allo stesso tempo, si sta preparando al suo debutto discografico. Carolina Rey, poliedrica artista, si racconta a cuore aperto ad Albatros svelandoci tutte le sue più grandi passioni


Conduttrice e volto di punta di Rai Gulp, muove i primi passi nel mondo della recitazione e della musica nel 2003, all'età di 12 anni, quando frequenta per due anni un laboratorio di musical, debuttando al teatro Due Pini di Roma con “Giulietta e Romeo” e replicando con “Jesus Christ Superstar”. Destinata al mondo dello spettacolo, Carolina Rey, partecipa nel 2007 al Festival del Cinema di Roma interpretando il ruolo di Micòl nella rappresentazione teatrale del film “Il Giardino dei Finzi Contini”. Nel 2009 e 2010 è nel cast fisso di Festa italiana in onda su Rai 1, come cantante solista, ed un anno più tardi la ritroveremo nella fiction “Un medico in famiglia 7”. La Rey ne ha di talento da vendere, infatti, la sua poliedricità e la grande voglia di migliorarsi, le hanno permesso di arrivare alla conduzione della “Vita in diretta”, programma di culto delle reti Rai. Adesso ha tanti nuovi progetti in cantiere, tra i quali ritroviamo anche la musica.-taglio-

Carolina, negli ultimi mesi ti abbiamo visto su RaiUno nel cast della versione estiva di la “Vita in diretta”, che esperienza è stata?

“’La vita in diretta’ è stata un'esperienza travolgente ed inaspettata, avevo fatto un colloquio tempo prima ma non mi aspettavo di essere chiamata. Ho avuto modo di entrare a far parte di una macchina collaudata e rodata da tempo nella quale però non ho faticato ad inserirmi, sono entrata in punta di piedi e giorno dopo giorno ho guadagnato l'affetto di tutta la squadra. Sono dei grandi professionisti!”

Adesso sei impegnata con un nuovo progetto discografico. Di cosa si tratta?

“Ho la passione del canto sin da piccola e nonostante io non abbia mai sognato far la cantante, mi si è aperta una grande opportunità. Con un gruppo di amici musicisti abbiamo scritto un brano che si intitola ‘Sconnessi’ e che è piaciuto molto al regista, Christian Marazziti, dell'omonimo film che uscirà nelle sale a febbraio. Amo la musica e mi piace cantare: sono davvero felice di questo progetto bello ed inaspettato!”

Di tutte le esperienze fatte finora, di quale vai più fiera?

“In realtà vado fiera di tutte le esperienze che ho collezionato fino ad oggi, perché ognuna è stata una conquista, un piccolo traguardo raggiunto tutto da vivere. Credo che nella vita non si debba mai dimenticare di essere grati per le cose che si hanno sia nella sfera privata sia in quella professionale ed io cerco sempre di ringraziare per le occasioni che mi arrivano e di viverle e apprezzarle tutte a pieno.”

Ce n'è una che invece non rifaresti o che faresti in maniera differente?

“Rifarei in maniera differente il ‘Tiggì dei ragazzi’; è stata la prima esperienza che ho fatto, ero piccola ed inesperta, oggi probabilmente con la maturità e un pizzico di esperienza in più la affronterei con maggiore consapevolezza. Anche perché a livello professionale è stato un periodo che mi ha ‘dato’ molto.”

C'è un modello di donna cui ti piacerebbe somigliare?

“Sono diverse le professioniste dello spettacolo che stimo, tra tutte Lorella Cuccarini, penso sia una grande artista, professionale ed eclettica. Mi piacerebbe un giorno poter diventare come lei. Amo da sempre anche Paola Cortellesi, non ci sono parole per descriverla!”

Il tuo più grande sogno nel cassetto?

“Il mio più grande sogno nel cassetto è ‘esteso’ nel tempo. Sogno, infatti, di poter vivere facendo l'artista, sogno di poter lavorare facendo quello che amo. Se mi chiedi una cosa specifica nel lavoro, sarebbe un grande sogno poter calcare il palco dell'Ariston.”

Quando non lavori come trascorri il tuo tempo?

“Nel mio tempo libero, in realtà, faccio sempre un sacco di cose. Il mio agente Capecchi mi chiama ‘Vulcano’ perché in effetti nella vita sono vulcanica e piena di energie. Se non lavoro, studio per l'università, poi sto iniziando a studiare chitarra e sono sempre pronta a migliorarmi con stage e lezioni sia nel canto che nella recitazione.”

In amore come sei?

“In amore sono pacifica: una che non ama litigare, mi piace stare con il mio fidanzato in modo costruttivo e sano, mi piace ridere, giocare e condividere la vita.”

Ti piacerebbe, un giorno, diventare madre?

“Molto. Ho un istinto materno molto spiccato, amo i bambini!”

Tra dieci anni come ti piacerebbe vederti?

“Tra dieci anni mi piacerebbe avere una bella famiglia alle spalle, un bimbo e un marito felici. Allo stesso tempo, però, mi piacerebbe essere affermata come conduttrice.”

“Credo che nella vita non si debba mai dimenticare di essere grati per le cose che si hanno sia nella sfera privata sia in quella professionale ed io cerco sempre di ringraziare per le occasioni che mi arrivano...”


Booking.com

Booking.com