Il Maestro

di Massimiliano Craus

Numero 184 - Gennaio 2018

Una carriera incredibile quella di Enzo Correale, che con la sua arte sempre incentrata sui giovani e sulla scoperta del loro prezioso talento


“Sono trent'anni che lavoro a Quarto, ovvero da quando ho avviato l'Accademia Danza Flegrea in Via De Vivo e ho cominciato a sentire sempre più forte il senso di appartenenza. Fino a sentirmi oggi un vero quartese. E per questo ringrazio tutte le persone che mi sono state accanto nei lunghi trent'anni che sto festeggiando insieme a voi stasera. Con accanto Irma Cardano e Maria Rosaria Vitolo, due delle persone più carismatiche e care che ho sempre avuto al mio fianco.” Con queste parole Enzo Correale, maestro e coreografo di danza napoletano, ha voluto salutare il suo pubblico lo scorso 7 dicembre al Teatro Corona di Quarto, a margine del Trentennale rappresentato per l'occasione con il suo ensemble ed i tanti amici accorsi. Con un programma trasversale al repertorio ormai acquisito dall'Accademia Danza Flegrea nei tanti anni di sala e palcoscenico, un connubio immancabile in Via De Vivo con centinaia di giovani e giovanissimi talenti nelle duplici vesti di croce e delizia di una vita. -taglio- Proprio come nella serata di gala del Trentennale, con brani tratti da "Il lago dei cigni", ripreso da Enzo Correale e Mariolina Matarrelli, ed un omaggio a "Niccolò Paganini" di Marialuisa De Rosa. E a seguire "Canone Inverso" di Enzo Correale, "All the Way up" di Andrea Veneri e "Panta Rei" di Michela Ricciardi, prima del gran finale dell'ultimo atto con una coreografia del repertorio tratta da "Infiorata a Genzano", sempre dalle quattro mani di Enzo Correale e Mariolina Matarrelli. Tutto rigorosamente ripreso in diretta streaming dal canale MondoWeb, per i tipi della trasmissione "Arte & Cultura" di Enzo Conte, con le immagini conservate nella Gallery per poter essere riviste in ogni momento. Non sono mancate le emozioni, naturalmente, al di là ed al di qua del palcoscenico del Teatro Corona di Quarto dove il pubblico ha potuto ammirare la mostra fotografica di Massimiliano Pappa inerente la trentennale storia dell'Accademia Danza Flegrea ma soprattutto ha partecipato fattivamente al progetto dell'AGOP, Associazione Genitori Oncologia Pediatrica che ha accompagnato Enzo Correale ed i suoi baldi giovani nella serata di gala con l'incasso devoluto totalmente in beneficenza, intercettando le esigenze primarie dei piccoli pazienti del reparto di Oncologia -taglio2- Pediatrica del Vecchio Policlinico e delle loro famiglie. Ennesimo impegno del maestro a favore dei più deboli, come nelle corde di una carriera ormai trentennale che non ha mai perso di vista i giovani, gli emergenti ed i talenti cristallini. Come quello di Valerio Palumbo e Gennaro Sorbino, i suoi ultimi baldi giovani in giro per l'Europa a dettare legge, la legge del loro amatissimo maestro, abituato a lanciare ragazze e ragazzi al di là delle loro stesse aspettative. Come il caso di Matteo Lughetta, sedicenne studente del Liceo Artistico Coreutico Musicale "Boccioni-Palizzi" di Napoli dell'indirizzo Multimediale ed Audiovisivo. Ebbene Enzo Correale, anche in questa occasione, veste i suoi abiti preferiti di maestro ed affida il giovanissimo aspirante fotografo al professionista della serata Massimiliano Pappa ed ai video-operatori di MondoWeb per la diretta streaming della serata con l'incredibile lavoro portato a termine nelle due ore e mezza di spettacolo. Una collaborazione che porterà senz'altro Matteo Lughetta a scattare in futuro altre foto coreutiche con i suoi nuovi punti di riferimento professionali. Una festa nella festa, dunque, con un palcoscenico pieno zeppo di ragazze e ragazzi accanto al loro emozionatissimo maestro.





Booking.com

Booking.com