Grandi giochi, per piccoli Stati

di Paolo Carotenuto

Numero 177 - Maggio 2017

Un evento sportivo che ad ogni edizione si evolve e si rinnova, quest’anno a San Marino ne vedremo delle belle!


Forse non ne avete mai sentito parlare, ma dal 29 Maggio al 3 Giugno a San Marino, avrà luogo la diciassettesima edizione dei Giochi dei piccoli stati d'Europa. Si tratta di un evento sportivo riservato esclusivamente agli stati europei con una popolazione inferiore al milione di abitanti, si tiene ogni due anni ed attira un gran numero di persone, nonostante si possa pensare il contrario. La scorsa edizione ha visto come paese ospitante l’Islanda, ed ha registrato una grande partecipazione rispetto ai precedenti Giochi. Infatti, passo dopo passo, i comitati olimpici nazionali stanno formando un’identità propria e ben definita di questa manifestazione, che punta a migliorarsi e ad acquisire il giusto risalto all’interno dei grandi appuntamenti dello sport. -taglio- Come già accaduto precedentemente nel 1985 e nel 2001, la Repubblica di San Marino inaugurerà il terzo ciclo della manifestazione, il cui programma è stato confermato e presentato durante l'annuale riunione, tenutasi a Reykjavík il 1º giugno 2015. Il comitato organizzatore è co-presieduto dal presidente del Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese Gian Primo Giardi e dal Segretario di Stato per il turismo, con delega allo sport, Teodoro Lonfernini e coordinato da Angelo Vicini. Le nazioni partecipanti sono nove: Andorra, Cipro, Islanda, Liechtenstein, Lussemburgo, Malta, Monaco, Montenegro e ovviamente San Marino. Gli atleti che si alterneranno nelle varie arene sono tanti, divisi in 12 discipline tra cui ritroviamo beach volley, pallacanestro, tiro, ciclismo etc…. Per San Marino si tratta di una nuova e affascinante sfida, infatti, la Repubblica del Titano quest’anno ha come obiettivo principale quello di restituire alla manifestazione-taglio2- il suo spirito iniziale, da far invidia ai più famosi giochi europei ed internazionali che si alternano durante gli anni. Inoltre, in occasione di questi Giochi l’UFN del Titano emetterà a breve - il prossimo 11 maggio - una moneta commemorativa in versione proof da 5 euro in argento (925 millesimi, mm 32 per g 18) in 3400 esemplari coniati dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato di Roma. Al solito emblema di Stato modellato da Antonella Napolione si abbina un rovescio modernissimo con al centro il valore 5 euro, circondato dalle sagome di cinque atleti che praticano ciclismo, pallavolo, tiro a segno, nuoto e atletica. La creazione di questa moneta è frutto di un’idea di Erik Spiekermann, famoso designer e disegnatore di caratteri tipografici tedesco, che ha sposato da subito questo progetto. Sarà di sicuro un’edizione indimenticabile, non vi resta che dare un’occhiata!





Booking.com

Booking.com