Evoluzione no-stop

di Massimiliano Craus

Numero 183 - Dicembre 2017

In attesa del Natale e dei suoi colori di festa, a novembre non sono tuttavia mancate ventate di creatività ed arte a tutto tondo


Appuntamento imperdibile dei creativi di tutto il sud Italia, la quinta edizione di "Creattiva" ha registrato un 2017 ricco di soddisfazioni e numeri da capogiro. Del resto la Mostra d'Oltremare era già avvezza ai padiglioni strapieni di appassionati e curiosi provenienti da ogni dove e nell'edizione del primo lustro di "Creattiva" non è mancato il prevedibilissimo successo. Condito anche dal contributo degli allievi e dei prof del Liceo "Boccioni-Palizzi" di Napoli, una delle istituzioni scolastiche più credibili sul territorio e con le due storiche sedi di Piazzetta Demetrio Salazar e di Fuorigrotta, precisamente nella Mostra d'Oltremare. Eh sì, perché è proprio questa la matriosca dell'arte di cui ci piace scrivere. Ovvero della residenza in nostra del liceo sorto nel 1970 come istituto d'arte "Boccioni" per poi diventare il Liceo Artistico "Boccioni-Palizzi" che nei giorni di "Creattiva" abbiamo incontrato a braccetto tra gli altri espositore d'arte e cultura. Un sodalizio che ha scritto numerose pagine di istruzione sul territorio e ben oltre i propri confini, fino a quest'ultima esibizione nello stand di una delle kermesse più in voga in Italia. -taglio- Sorta a Bergamo dieci anni fa, "Creattiva" è la "fiera nazionale delle arti creative e manuali" per eccellenza, citando le prime parole del manifesto in calce a tutta la pubblicistica di quest'ultimo novembre napoletano, con il valore aggiunto garantito dalle ragazze e dai ragazzi del Liceo "Boccioni-Palizzi" diretti dal preside Giuseppe Lattanzi, musicista e direttore d'orchestra da ormai sei anni di un liceo davvero artistico, di nome e di fatto, con la fattiva partecipazione degli allievi del triennio degli indirizzi Design e Moda, Metalli e Oreficeria, Architettura e Ambiente, Grafica e Multimediale impegnati all'unisono a progettare e realizzare i rispettivi sogni, proprio come fanno con i gioielli, gli abiti, i plastici, le sculture ed i tanti disegni a mano libera che i visitatori hanno potuto ammirare dal vivo. Un laboratorio a cielo aperto, proprio come nelle corde di "Creattiva", promossa a mani libere da Promoberg che ha contato ben ventunomila visitatori nella tre-giorni dal 10 al 12 novembre scorso che hanno letteralmente invaso i padiglioni 5 e 6 della Mostra d'Oltremare. E tra questi non sono mancati gli ospiti del laboratorio sociale a cui il Comune di Napoli ha voluto dedicare ampio spazio, spalancando le proprie porte alle associazioni "JUKI Italia", "La Scintilla Onlus" ed "Il Telaio di Penelope" con nuovissimi spiragli offerti ai partecipanti ed agli stessi visitatori in una bellissima oasi dell'inclusione, come nelle corde dell'Amministrazione Comunale diretta da Luigi De Magistris. E come nelle corde dello stesso Liceo "Boccioni-Palizzi", istituzione scolastica tra le più accoglienti e dedite all'inclusione come con i sessanta -taglio2-giovani talenti diversamente abili che popolano aule e laboratori del liceo. Un ulteriore tassello del mosaico predisposto dal preside-musicista Giuseppe Lattanzi, attento come pochi in città a fornire gli strumenti dell'arte e della cultura ai suoi milleduecento allievi dotati di tutte le abilità possibili, ed in particolare proprio a quei sessanta ragazzi speciali del liceo che hanno lavorato prima, durante e dopo la fiera esponendo con orgoglio e competenze i propri manufatti, togliendo il fiato al pubblico ed agli addetti ai lavori griffando l'evento nell'evento. Ed è così che l'arte per l'arte ha saputo davvero prendere corpo in fiera, attirando inevitabilmente a sé l'appassionata presenza dei visitatori immersi nello stand liceale con manufatti, plastici, disegni, progetti e l'incisione in tempo reale di accessori, bracciali, portachiavi, collane e gioielli vari indossati dalle studentesse-modelle che hanno finanche saputo progettare, realizzare ed indossare i propri stessi abiti. Portati in bella mostra tra i passanti sempre più incuriositi e divertiti dall'idea di poter stare a contatto con una scuola buona per davvero! Le prossime tappe del Liceo "Boccioni-Palizzi" non potevano che essere gli Open-Day previsti dal 16 dicembre al 13 e 20 gennaio 2018 per chiudere senz'altro in grande stile il 3 febbraio. Appuntamenti imperdibili nei quali si prospettano veri e propri fuochi d'artificio in attesa del trasferimento nella nuovissima sede della cittadella scolastica di Via Terracina prevista in occasione della prima campanella del prossimo anno scolastico 2017-2018.





Booking.com

Booking.com