Dj set sotto le stelle

di Paolo Carotenuto

Numero 179 - Luglio-Agosto 2017

La città di Napoli ha dato voce ai giovani di tutto il mondo, e con loro si è interrogata su presente e futuro a suon di musica con un ospite d’eccezione: il noto dj internazionale Bob Sinclar che ha suonato al Mates Festival 2017


Un pubblico di oltre cinquemila persone, soprattutto giovani, ha affollato l’ippodromo di Agnano per la nuova attesissima edizione del Mates Festival, evento che ha aperto il “Giugno Giovani” della città di Napoli. Nella tre giorni musicale, tra il pubblico abbiamo avuto modo di incontrare youtubers, attori e artisti, che hanno approfittato per un selfie coi Mates, webstar con oltre 340 mila fan in rete, o con l’attore Salvatore Esposito – uno dei protagonisti della serie televisiva “Gomorra”. Il pezzo forte, però, è stato lo spettacolare djset dei Daddy’s Groove e del famosissimo dj francese Bob Sinclar. Tra musica e giochi di luce, tutto il pubblico ha ballato, cantato e saltato per tutta la notte. Oltre, a famose star della musica e del cinema, un nome davvero poco usuale è stato ospite del Mates Festival di quest’anno: Marco Belinelli, unico italiano ad aver vinto il titolo Nba. Il cestista ha incontrato tutti i suoi fan per presentare il libro “Poker Face”. Allo scoccare della mezzanotte, invece, alla consolle è stato il turno del duo Axwell & Ingrosso. Preceduti dal dj e rapper statunitense Tony Touch, seguito da una nutrita schiera di notissimi djs come i Promise Land, Anfisa Letyago, il napoletano Mindshake. Infine, l’ultima giornata del Festival ha visto accogliere sul palco i “The Kolors" che per l’occasione hanno presentato alcuni brani del loro ultimo lavoro discografico “You”. Le giovani star, lanciate dalla vittoria ad “Amici” nel 2015, hanno suonato dal vivo per la prima volta a Napoli e davvero tanti sono stati i giovani presenti alla serata. Il Mates Festival, anche quest’anno, è riuscito ad unire le persone attraverso la musica, il cinema e lo sport. -taglio- Nasce, infatti, come uno dei più grandi eventi di intrattenimento del Sud Italia, legati al mondo della musica rigorosamente sotto la bandiera dell’amicizia. Accurata, in questo senso, è stata la scelta del nome: “Mates” (che in inglese significa “amici”, “compagni”, “complici”), parola che evoca lo spirito di collaborazione, solidarietà, interscambio tra i giovani, nonché il sentimento comune di amore per la musica e la creatività. Si tratta di una manifestazione giovane, basti pensare che la prima edizione si è svolta a Napoli, il 2 maggio 2015, con protagonista assoluto il giovanissimo Top Dj mondiale Martin Garrix, che già a 18 anni si trovava in terza posizione nel ranking mondiale della classifica stilata da “Dj Mag e che adesso è uno dei dj più richiesti al mondo. L’evento fu ulteriormente arricchito da tutti gli street-artist del “Circo Nero”, gruppo di performers leader in Italia quanto ad animazione. La seconda edizione di questo grande evento, invece, ha avuto luogo a Napoli, il 30 aprile del 2016, ed ancora una volta ad esibirsi in consolle tra laser, effetti visivi, coriandoli e Co2, sono stati ambitissimi dj di caratura internazionale: Don Diablo e Oliver Helden. Stupire, quindi, durante questa edizione -taglio2- del 2017 non era affatto semplice, ma grazie ad una guest star come Bob Sinclair, l’obiettivo è stato decisamente raggiunto. Un aspetto interessante del Mates Festival è stato quello di avere, oltre la musica, anche tante aree tematiche all’insegna dell’entertainment tra cui Food & Drinks, Wellness, Relax & Detox e Gaming. Il festival diventa così uno dei più grandi appuntamenti socio-culturali ed artistici del Meridione legati al mondo della musica, un grande raduno di respiro internazionale dove la parola d’ordine è divertirsi. Grazie a numerose partnership, le giornate del Mates Festival sono state aperte con dei panel curati dalle Università Federico II di Napoli e Università Luiss di Roma sui temi di attualità, titoli come 'Cyberbullismo - il lato oscuro del web' e 'L’evoluzione dell’industria musicale nell’era digitale', che hanno interessato tutti i giovani presenti, i quali hanno partecipato attivamente alle attività in programma. È inutile dire che stiamo già pensando ai possibili nomi ospiti del prossimo anno, ma una cosa è certa: è obbligatorio ritornare! E se ancora non avete mai partecipato al Mates Festival, aggiungete una nota in agenda per l’edizione del 2018.





Booking.com

Booking.com