Alicia Dujovne Ortiz

di Maresa Galli

Alicia Dujovne Ortiz, scrittrice, poetessa, giornalista, classe 1940, nata a Buenos Aires, racconta la vita sociale e politica dell’Argentina con acume e sensibilità.


Figura di spicco della cultura argentina, ha scritto diverse opere, spaziando dalle biografie ai romanzi alle raccolte di poesia. Trasferitasi in Francia con la famiglia per sfuggire alla dittatura militare, ha collaborato con i maggiori quotidiani latinoamericani ed europei, in particolare con Le Monde. Scrive di tutto ciò che la colpisce, dal tango al calcio, dalla filosofia alla musica popolare senza dimenticare la miseria delle favelas.-taglio- “Ma se io non ho radici perché le mie radici devono farmi tanto male?”, ha detto la figlia di uno dei fondatori del Pc argentino e di una madre scrittrice e femminista. “Crescere in questo clima – spiega – mi ha aiutata a pormi tante domande, ad andare oltre i luoghi comuni, specie dopo che mio padre scoprì e denunciò il sistema sovietico e l’antisemitismo di Stalin”. Da allora è critica, attenta alle istanze degli emarginati e dei deboli ma guardando anche ai personaggi famosi per raccontarne ascesa e caduta. Nel suo libro “Maradona soy yo” mostra lo spaesamento del famoso calciatore, il suo “essere fuori posto”, la sua ambivalenza che lo ha portato ad essere ad un tempo un esempio e una vergogna.-taglio2- Nella biografia di Evita Peron offre uno spaccato della cultura argentina, l’ascesa di Evita tanto amata dal popolo, la sua provenienza da un piccolo paese di provincia, le sue ambiguità. Dedica il romanzo “Mireya”, un ritratto di Carlos Gardel, al padre del tango, immigrato di Tolosa, un’analisi della società argentina dell’epoca. Nelle sue storie analizza personaggi che hanno raggiunto alte vette ma che sono contemporaneamente fragili, mettendone a nudo luci ed ombre. E ancora Anita Garibaldi, Dora Maar amante di Picasso. In Italia per parlare di Borges, continua instancabile a sondare le umane fragilità, le molteplici identità che ci caratterizzano.





Booking.com

Booking.com