“A quel paese…”

di Paolo Carotenuto

Se siete arrabbiati, e volete sfogare la vostra rabbia in un modo del tutto alternativo non potete perdervi questa nuova disciplina


Solitamente coloro che praticano lo Yoga, sono quelli che non conoscono il logorante sentimento della rabbia e del risentimento nei confronti dei propri “fratelli”. Ricordiamo che la natura dello Yoga sta proprio nella ricerca ascetica della meditazione, questo particolare tenetelo bene a mente prima di leggere le righe che seguono! Nella città di Calgary, in Canada, se si vuole essere al passo con le ultime tendenze è necessario praticare il “Rage Yoga”, ovvero: lo yoga arrabbiato. Avete capito bene, durante le lezioni di questa disciplina alle normali posizioni dello yoga vengono unite urla, parolacce e birra, così da permettere ai partecipanti di esprimere la loro rabbia repressa. -taglio- Questa (geniale?) idea, è venuta all’istruttrice Lindsay Istace, la quale, dopo la rottura con il suo fidanzato ha iniziato ad inserire parolacce durante i propri esercizi di yoga giornalieri. Lindsay si è resa conto, giorno dopo giorno, che fare in questo modo era per lei una sorta di sfogo, si sentiva decisamente meglio e molto più rilassata. Così ha pensato che questa nuova “tecnica” potesse aiutare e far sentire meglio chi come lei avesse avuto voglia di mandare “a quel paese” qualcuno! Dopo essersi confrontata con degli amici, i quali hanno accolto con grande entusiasmo questa novità, Lindsay decide di tenere la prima lezione pubblica di “Rage yoga”. Contro ogni aspettativa, la lezione dimostrativa ottiene un successo clamoroso tra tutti i cittadini di Calgary, tanto -taglio2- che la stessa Istace si sorprese di tanto interesse. Secondo questa istruttrice, fin da subito si è creata una connessione ed un legame particolare che ha fatto si che molte persone potessero iscriversi alle lezioni di Rage yoga. Ovviamente questa disciplina non è fatta per tutti, infatti, chi è un sostenitore fermo e convinto dello yoga troverà questa simpatica alternativa decisamente blasfema: poiché questo tipo di approccio non combacia con quella che è la filosofia dello yoga. Le urla, l’alcool e le parolacce si discostano parecchio da quella che è una normale e serena classe di yoga. Al contrario, se siete incazzati col mondo o in particolare con qualcuno, tappetino in spalla e recatevi da Lindsay.





Booking.com

Booking.com